Israele assassina un adolescente della famiglia Tamimi

E’ il primo assassinio dell’anno commesso dallo Stato di Israele in Palestina. Il giovane aveva 17 anni. Musab Firas al-Tamimi è stato assassinato da un colpo sparato dell’esercito contro i residenti del villaggio di Deir Nitham, a nord di Ramallah, in Cisgiordania. Secondo il ministero della Sanità palestinese, il diciassettenne è stato colpito al collo ed è morto pochi minuti dopo essere … Continua a leggere

Sa Paradura

Tra i tanti riti, miti, usanze e leggende della Sardegna persi nella notte dei tempi, se ne trova uno che è giunto fino ai nostri giorni. Si chiama “Sa Paradura” ed è nata nel mondo agropastorale, che per secoli, se non millenni, ha rappresentato l’unica fonte di sostentamento di quest’isola. L’etimologia del termine “Paradura” si fa risalire al verbo “Parare” … Continua a leggere

Comunicato del comitato Carlo Giuliani

Il Comitato Piazza Carlo Giuliani, che è una Onlus e quindi iscritto all’albo del 5 per mille, ha fatto una donazione di 40 mila euro ad Emergency per contribuire alla apertura di un poliambulatorio nel quartiere di Ponticelli a Napoli. Questa donazione merita un antefatto. Eccolo. Tempo fa, esattamente il 19 ottobre 2011, nel corso di una trasmissione televisiva il … Continua a leggere

Roma al fianco della resistenza Palestinese – Comunicato dei Giovani Palestinesi

Ringraziamo le  Reti di associazioni, gruppi e comitati per i diritti del Popolo Palestinese per aver organizzato questa iniziativa di fondamentale importanza. Ringraziamo tutti coloro che hanno risposto prontamente all’appello alla mobilitazione lanciato dai compagni e tutti gli amici palestinesi, arabi, italiani e non, che hanno raccolto anche il nostro appello che si univa alla voce degli organizzatori. Questo presidio … Continua a leggere

Il messaggio del Subcomandante Marcos ai manifestanti di #OccupyGezi

A tutti i cittadini del mondo, fratelli, sorelle, donne, uomini, persone senza fissa dimora, persone povere, Ci hanno chiesto quanti sono gli zapatisti, e abbiamo sempre detto loro che sono centinaia di migliaia di persone là fuori che lottano per i loro diritti e le libertà. Ora, oggi, sentiamo che sulle terre anatoliche, la terra dei turchi, curdi, circassi, armeni, … Continua a leggere