Haiti: dalla tratta al debito

L’isola delle Indie Occidentali non è in debito, è creditrice. È la Francia che le deve dei soldi. Spiega Jerome Duval, CADTM. La miseria dei paesi colonizzati è notevolmente aumentata a causa del trasferimento del debito: i debiti contratti dalle potenze coloniali con la Banca Mondiale per massimizzare la redditività nelle loro colonie, sono stati trasferiti, senza il loro consenso, ai paesi colonizzati … Continua a leggere

Il Dio Denaro

E’ una iena ed è tra noi rappresenta il male che oramai è la regola vigente, tu lo sai.   La prepotenza dei potenti lo asseconda l’inedia assurda dei perdenti lo feconda.   Il suo giaciglio è ricoperto dagli scrupoli di quelli che li han persi sulle spalle di quelli che han sofferto.   Il suo culto è prodigo di … Continua a leggere

E’ una strage di italiani. Ecco che cosa ci uccide come in guerra

La mortalità in Italia aumenta a livelli esponenziali con numeri da capogiro paragonabili ai tempi di guerra! A spiegare il perché di ciò è Mario Giordano. In 8 mesi 46mila mila morti in più. Ogni mese, dunque, 5mila in più. Ogni giorno 166 in più. Significa che ogni ora in Italia muoiono 7 persone in più rispetto all’anno scorso. È … Continua a leggere

Lo Stato profondo perde l’Asia

Covert Geopolitics 2 maggio 2017 Nei prossimi cinque anni, almeno, con il mandato del sindaco filippino Rodrigo Duterte, alcun tentativo di seminare conflitti acustici e cinetici sarà consentito nella regione del Mar Cinese Meridionale. Il vertice ASEAN del 2017, recentemente conclusosi, ha visto il desiderio collettivo della comunità di perseguire un dialogo pacifico con la Cina, anziché farsi usare come … Continua a leggere

Come la CIA creò il narcotraffico in Afghanistan

Dean Henderson, Left Hook, 9/1/2014 L’ex presidente afghano Hamid Karzai aveva buone ragioni per cercare di chiudere le indagini degli Stati Uniti sulla corruzione nel suo governo. L’aristocrazia afghana ha sempre gestito il narcotraffico nazionale. Ma fu la CIA a crearlo. (Tratto dal capitolo 8 di Big Oil e i suoi banchieri) Muhamad Taraqi Nur Nel 1933 il re Muhamad … Continua a leggere

I bulloni umani della locomotiva

 Una comprensione più profonda della tecnocrazia Questo articolo è stato scritto da Jon Rappoport e originariamente pubblicato sul Blog di Jon Rapport La tecnocrazia è l’agenda di base e il piano per governare la società globale dall’alto, quindi, per comprendere la tecnocrazia dobbiamo vederla da diverse angolazioni. Consideriamo un gruppo di entusiasti ingegneri lungimiranti nel 20esimo secolo, essi lavorano per … Continua a leggere

Pensateci bene: siamo realmente liberi, ve lo siete mai chiesto?

L’èlite che controlla il mondo fa scontrare tra loro le nazioni ed il suo obiettivo è la distruzione dei valori tradizionali, creando il caos ed estendendo deliberatamente la povertà e la miseria, per dopo usurpare il potere e posizionare i suoi servi. I membri dell’èlite agiscono totalmente all’unisono contro il beneficio pubblico, contro una vita migliore per l’umanità, nella quale … Continua a leggere

Il 2017, come il 1945, sarà l’anno della liberazione dalla barbarie

Il mondo, fortunatamente, sta cambiando. Le tragedie neonaziste propinate nell’ultimo decennio dai vari Monti, Obama, Merkel, Hollande, Napolitano e compagnia bella sono state comprese dai cittadini occidentali che, ogniqualvolta chiamati al voto, puniscono dappertutto i candidati avvertiti quali esponenti di un establishment assassino e perciò odiato. La vittoria di Trump è solo l’ultimo segnale che conferma l’inarrestabilità di un fenomeno … Continua a leggere

Nature smonta la bufala della sovrappopolazione

La scienza abbonda di tabù che inibiscono il progresso. Uno dei più clamorosi è il falso mito della sovrappopolazione mondiale, l’idea (circolante da decenni) che sulla Terra saremmo troppi e che per questo motivo il nostro vecchio pianeta non ce la farebbe più a sfamarci e a dissetarci tutti. Materiali a confutazione di questa vera e propria bufala ce n’è … Continua a leggere

OCSE: in Italia pensioni troppo basse e nessun aiuto ai poveri

La Fondazione Bertelsmann, nel suo rapporto 2016, giudica il sistema del welfare italiano insufficiente ed accusa il nostro paese di non garantire la giusta assistenza a pensionati e meno abbienti in generale Il rapporto 2016 dell’Ocse boccia inesorabilmente il sistema del welfare italiano: secondo la Fondazione Bertelsmann, infatti, il nostro paese non garantirebbe il giusto sostegno sociale ai più poveri ed … Continua a leggere