Israele assassina un adolescente della famiglia Tamimi

E’ il primo assassinio dell’anno commesso dallo Stato di Israele in Palestina. Il giovane aveva 17 anni. Musab Firas al-Tamimi è stato assassinato da un colpo sparato dell’esercito contro i residenti del villaggio di Deir Nitham, a nord di Ramallah, in Cisgiordania. Secondo il ministero della Sanità palestinese, il diciassettenne è stato colpito al collo ed è morto pochi minuti dopo essere … Continua a leggere

29 novembre: 70 anni di solitudine dei Filistei

Un piccolo paese ricco di storia. Chiamiamolo X. Questo paese ha visto in tre millenni tutti gli invasori, tutti gli occupanti, tutti i liberatori possibili. Quasi tutti invocavano un’entità immaginaria con diversi nomi, quello che di solito chiamiamo un dio. L’impero di cui questo paese è stato parte per più tempo nella storia – lo chiamiamo Y – lo ha controllato per quattro secoli e un anno. Un … Continua a leggere

Il Gotha luminoso del sionismo, avvolto nella eroica leggenda di Sion

“Le azioni erano mostruose, ma chi le fece era pressoché normale” Hannah Arendt nel suo libro “La banalità del male” aveva analizzato come la facoltà di pensare può evitare le azioni malvagie. …la Arendt ha affermato che banalità significa ‘senza radici’, non radicato nei ‘motivi cattivi’ o ‘impulso’ o forza di ‘tentazione’. La Arendt afferma inoltre: “la mia opinione è che il … Continua a leggere

Dentro il governo invisibile: guerra, propaganda, Clinton e Trump

ARTICOLO SEGNALATO DI JOHN PILGER johnpilger.com l giornalista americano, Edward Bernays, è spesso descritto come l’uomo che inventò la propaganda moderna. È stato Bernays, nipote del pioniere della psicoanalisi Sigmund Freud, a coniare il termine “relazioni pubbliche”, un eufemismo che sta per falsa informazione e menzogna. Sul New York Easter Parade, nel 1929, esortò le femministe ad incoraggiare le donne … Continua a leggere

Lo Spopolamento del Globo è Iniziato!!! – ARTICOLO CENSURATO

Henry Kissinger pensa che tu sei il terzo mondo. Siamo tutti membri del terzo mondo agli occhi dell’élite. Non passa giorno in cui non ci viene ricordato che non siamo altro che “consumatori inutili”, i quali hanno ricevuto il diritto temporaneo di esistere su questo pianeta dalla generosa élite. Tuttavia, la nostra esistenza si basa sulla nozione che non abbiamo diritti, … Continua a leggere

10 cose SCIOCCANTI che tutti DEVONO SAPERE sugli USA, ma nessuno ne parla

1. Gli Stati Uniti hanno la maggiore popolazione carceraria del mondo, rappresentando meno del 5% dell’umanità e più del 25% dell’umanità prigioniera. Su 100 americani uno è prigioniero. Con una crescita vertiginosa dagli anni 80, il surreale tasso delle carcerazioni negli USA è un affare e uno strumento di controllo sociale: nella misura in cui l’affare delle prigioni si espande, una … Continua a leggere

“Ebrei italiani, come facciamo a tacere?”

Stefania Sinigaglia, ebrea, membro della rete ECO (Ebrei contro l’Occupazione), scrive una lettera aperta agli ebrei italiani. Sono un’ebrea italiana della generazione post-1945, ebrea da generazioni da parte di entrambi i genitori. Sento il bisogno impellente in queste ore di angoscia e di guerra tra Gaza Palestina e Israele di rivolgermi ad altri ebrei italiani perché non riesco a credere che … Continua a leggere

Soluzione finale per la Palestina

“Da fuori lo sguardo degli animali si posava sul maiale e poi sull’uomo, e poi dall’uomo al maiale, e di nuovo dal maiale all’uomo; ma era impossibile distinguere l’uno dall’altro.” (George Orwell, “La Fattoria degli Animali”) In mezzo a cotanta barbarie che ancora una volta ci tocca vedere abbattersi su Gaza, non è mancato chi ha paragonato il regime di … Continua a leggere

FERMATE QUESTI ASSASSINI!

Quello che Israele sta compiendo contro la popolazione palestinese dovrebbe spingere il mondo intero a cancellarli dalla faccia della terra: sono indegni di calpestarla coi loro piedi sporchi di sangue! Dove sono le nazioni che si precipitano a compiere “missioni di pace” ed esportare la democrazia? E come mai non sentono la stessa necessità verso una popolazione che da sessant’anni … Continua a leggere

Imporre una “no-fly zone” in Ucraina?

Valentin Vasilescu Reseau International 3 giugno 2014 In sempre più capitali occidentali si organizzano manifestazioni generate dal superamento della “linea rossa” in Ucraina per via dei bombardamenti aerei su Donetsk da parte di Su-25 e MiG-29, causando in un solo giorno, più di 50 morti tra i civili. I manifestanti chiedono alle Nazioni Unite d’imporre una “no fly zone” immediata … Continua a leggere