ROBOT, COBOTS umanoidi che auto-apprendono

Questo non’è il robot di tuo nonno: Il Russian Robot ‘FEDOR’ potrà in futuro auto-apprendere 

FEDOR, che sta per Final Experimental Demonstration Object Research è il primo robot umanoide russo, creato nell’ambito della Foundation of Advanced Studies. Il robot è progettato per sostituire gli esseri umani in situazioni ad alto rischio, ad esempio nelle operazioni di soccorso e nello spazio.

Il robot umanoide FEDOR, potrebbe in futuro autoapprendere.

“È interessante sviluppare il sistema dal punto di vista dell’autoapprendimento, quando deve adattarsi, fare tentativi e cercare nuove soluzioni per raggiungere compiti prioritari, così come l’allineamento in parallelo delle attività con il passaggio ad una priorità più alta. Questo è ciò su cui stiamo lavorando”, secondo il capo del laboratorio di tecnologia dell’informazione dell’Istituto pedagogico Blagoveshchensk, Alexander Semochkin.

Secondo lo scienziato, i compiti per lo sviluppo di software per i robot sono ben pensati. È quindi possibile pianificare in modo sistematico ed eseguire passo passo nuovi compiti.

Semochkin ha detto, “l’obiettivo finale del nostro lavoro sul software di gestione dei robot è quello di dare a un robot antropomorfo la possibilità di un comportamento autonomo con la partecipazione umana solo nella fase di definizione dei compiti”.

Inoltre ha aggiunto, “l’obiettivo è molto ambizioso e complesso, a causa di molti esperimenti, la scelta di metodi e approcci efficaci”.

Semochkin ha anche osservato che le funzioni dell’operatore dovrebbero limitarsi a definire i compiti per il robot nelle aree in cui funzionerà, come indicare gli oggetti con cui interagirà, imparare a riconoscerli, ecc.

È previsto che nel 2021 FEDOR andrà in orbita sulla nave spaziale della Federazione russa di prossima generazione.

In precedenza FEDOR è diventato il primo robot al mondo che è riuscito a fare delle divisioni dimostrando una libertà di movimento unica.

Il rapporto ha spiegato che la flessibilità del robot soccorritore è necessaria per consentirgli di superare una serie di ostacoli.

Nell’estate del 2017, FEDOR è stato in grado di sparare usando entrambe le sue braccia. Allenarsi per sparare era un modo per insegnare al robot a dare priorità istantaneamente agli obiettivi e prendere decisioni.

Traduzione e adattamento: Nin.Gish.Zid.Da

***************************

QUESTO VIENE DAL SUOLO ITALIANO DI TUTTI I GIORNI.
AUGURI, INCOSCIENTI.

Caro Paolo,

Sono un informatico di lunga data con una propria aziendina che opera in Europa…. Avendone esperienza, condivido pienamente le tue preoccupazioni per il futuro riguardo il lavoro in forte calo. In ogni settore…

Pensa solo all’auto ELETTRICA che oggi viene spinta in modo deciso… Il motore elettrico rispetto al motore a scoppio (benzina o diesel) è estremamente più semplice.

Spariscono: Basamenti, Pistoni, Bielle, Spinterogeno, Carburatori, Iniettori, Turbine… meccanica di precisione ed elettronica di controllo…

Quindi sparisce tutto il lavoro di progettazione, costruzione, assemblaggio ecc… Ma sparirà anche tutto il lavoro di manutenzione. Migliaia di piccole o grandi officine che ci lavorano sopra. (nota **)

Prevedibile -80% del lavoro relativo… E dei lavoratori… Tanto, purtroppo, il popolo è bestia. (triste considerazione a 66 anni !) Magna, beve, tromba e… se ne fotte… Vedranno e capiranno…

Firmato: lo 0,2% italiano (cioè un imprenditore consapevole).

** Nota di PB: e i nuovi lavori in nascita sulle auto elettriche saranno al 99% svolti da COBOTS, cioè robotica che produce come 200 umani e comandata da solo due o tre dipendenti, che dialogano con le macchine. Spero non farete figli, fate COBOTS.


Fonte 1° articolo: sputniknews.com
Fonte 2° articolo: paolobarnard.info
Per leggere altro torna in prima pagina

Print Friendly, PDF & Email