Padrone di un cuore solitario

La canzone che vi regalo oggi ha,per me,un valore speciale. Ero un ragazzino quando le radio, nell’estate del 1984 la passavano in continuazione (anche se il brano è stato presentato a fine 1983). Mi piaceva tanto e mi dava una carica unica. Ancora ignoravo il significato del testo, ma percepivo che aveva un alone quasi mistico. Qualche anno dopo, con … Continua a leggere

Where’s the Revolution

Da pochi giorni è in rotazione il nuovo singolo dei Depeche Mode , Where’s the Revolution  che anticipa il nuovo album della legend-band britannica, Spirit. Come sempre, sound innovativo e mai banali, testi profondi e ricercati. Ma questa volta c’è qualcosa di più intenso e ricercato,qualcosa di veramente “tosto”. Una canzone che è un invito a svegliarci, dopo esserci fatti … Continua a leggere

Dal Maestro Beinsa Douno questi scritti densi di significato

L’elisir vitale viene da lontano, passa attraverso il Sole e scende sulla Terra ogni due mila anni e porta una nuova vita, una nuova cultura, una nuova epoca. Tra tre anni (parole del 1923) il Sole entra in un nuovo segno, in una nuova epoca che durerà 24 mila anni. Questo segno è l’Acquario. Quando il Sole entra in questo … Continua a leggere

Pensateci bene: siamo realmente liberi, ve lo siete mai chiesto?

L’èlite che controlla il mondo fa scontrare tra loro le nazioni ed il suo obiettivo è la distruzione dei valori tradizionali, creando il caos ed estendendo deliberatamente la povertà e la miseria, per dopo usurpare il potere e posizionare i suoi servi. I membri dell’èlite agiscono totalmente all’unisono contro il beneficio pubblico, contro una vita migliore per l’umanità, nella quale … Continua a leggere

Non ti lasciare confondere, amico

Non ti confondere, amico cantava nel lontanissimo 1981 la bravissima Alice. Se il suo consiglio, peraltro diretto ad altre finalità, fosse stato ascoltato, non saremmo in questa situazione disastrosa a livello sociale ed economico, ma soprattutto, non saremmo in questa posizione personale e spirituale arenata e statica. Se fino a qualche decennio fa l’uomo conduceva un’esistenza semplice e concreta, col … Continua a leggere

Enjoy The Silence

Ritrovarsi nel silenzio L’altra mattina mi son svegliato con l’orecchio sinistro tappato… Non mi meraviglia… Mi capita spesso, sin da quando ero piccolo. I miei mi fecero controllare e la risposta fu unanime: ”l’orecchio sinistro ha una sovraproduzione di cerume che tende a compattarsi e a tappare il cavo“. Col tempo mi sono abituato. Devo pulire le orecchie spesso ed … Continua a leggere

Con i “se” e con i “ma” non si costruisce il… Presente

Quante volte ci siamo detti “se fossi stato” o “se avessi avuto”… Quante volte ci siamo abbandonati a pensieri che ci facevano immaginare ipotetici percorsi di vita diversi. Quante volte ci siamo ritrovati a rivangare storie passate nel tentativo di trovare risposte a scelte che hanno condizionato la nostra esistenza. Tutte quelle volte in cui abbiamo lasciato che l’immaginazione ci … Continua a leggere

Creed : One

Ora che il panorama musicale internazionale è appiattito e banalizzato dalle grandi major, per chi come me è un appassionato di bella musica, l’ancora di salvezza sta nel cercare nelle vecchie registrazioni qualcosa di buono per le orecchie e per il cuore. Così, ogni tanto tra un ascolto di vecchi LP o CD e la ricerca sul web, capita di … Continua a leggere

Chi pilota l’ Isis ha il terrore che smettiamo di avere paura

«Non c’è un solo governo, al mondo, che non sia controllato da quei poteri»: per Fausto Carotenuto, già analista strategico-militare dei servizi segreti, è deprimente assistere alla farsa dei media mainstream, che si affannano a presentare “la mente”, “il basista” e “l’ottavo uomo” della strage di Parigi, come se si trattasse delle indagini per una normale rapina alle Poste. In … Continua a leggere

L’inganno della guerra non dichiarata

Le bombe d’acqua, devastando l’economia con grandine sovradimensionata, che distrugge i frutteti, e alluvioni che rendono inutilizzabili fabbriche e capannoni, impoveriscono gli italiani, che non avranno le forze né materiali, né psicologiche, per combattere quando sarà dato il via alla guerra guerreggiata. Le bombe d’acqua sono come i bombardamenti che nel secolo scorso si facevano sul territorio nemico, per “ammorbidirlo”, … Continua a leggere