Venezuela: I peggiori titoli dei Falsi Media del 30 luglio 2017

Ecco una selezione dei peggiori titoli della stampa internazionale di oggi sul Venezuela. The Economist, Londra: “Il Venezuela nel caos – Quello che il mondo dovrebbe fare”   La Razón, Messico: “Afferma che è l’inizio ufficiale di una dittatura di Maduro, simile a quella di Cuba” (CNTE è il più grande sindacato insegnanti messicani)   El Nuevo Herald, Miami: “Le sanzioni … Continua a leggere

Venezuela Cuore dell’America: Appello internazionale per l’Assemblea Costituente

Compagni di organizzazioni popolari del continente e del mondo: In questo momento in Venezuela si gioca gran parte del destino dell’America Latina e dei Caraibi. Per questo motivo tutta l’artiglieria dei settori conservatori – in particolare i media – è volto a legittimare il sostegno delle azioni terroristiche e a rendere invisibile il popolo chavista. Le dichiarazioni di Trump e del senatore americano … Continua a leggere

Lettera aperta agli operatori di Pubblica Sicurezza e agli appartenenti alle Forze Armate Italiane

Carissimi, giunge sempre nella vita un punto in cui bisogna fare la somma di quanto realizzato e rammaricarsi di quello che si poteva fare e non è stato fatto, ebbene oggi è quel giorno! Per questo e non a caso, è a tutti voi che è indirizzata questa lettera, in cui ogni Italiano è chiamato a prendersi le sue responsabilità. … Continua a leggere

Una pressione collettiva sul pensiero – la rinuncia consensuale alla democrazia

A DIFESA DEL MANDATO IMPERATIVO. E DUNQUE DEL POPULISMO.  di Maurizio Blondet Il vincolo di mandato per i parlamentari è una delle  istanze del Movimento 5 Stelle: e come tutte  quelle che escono da quel movimento, accolta con strida scandalizzate e indignazione artefatta  mediatiche e partitiche: “Non è democrazia”, eccetera.  Ovviamente,  invece,  è una  pretesa per lo meno comprensibile in … Continua a leggere

Il partito che non c’è: quello che direbbe tutta la verità

«Io non sono contro il capitalismo, voglio solo tagliargli un po’ le unghie». Lo disse Olof Palme, grande leader socialdemocratico europeo, assassinato nel 1986 a Stoccolma mentre era premier della civilissima Svezia, dove aveva imposto l’ingresso diretto dello Stato nell’economia per salvare industrie traballanti, assegnando addirittura ai lavoratori una quota azionaria. «Chi ha ucciso Palme voleva “uccidere” il socialismo in … Continua a leggere

La massoneria progressista nella battaglia contro le fake news

Magaldi: Non prevarranno! Estratto dall’intervista del blog a Gioele Magaldi, Presidente del Movimento Roosvelt e Gran Maestro del Grande Oriente Democratico. “Io direi che negli ultimi anni, nel mondo, chi ha prodotto fake news non sono tanto i blogger, i siti indipendenti, quelli che cercano come navi corsari, benemerite, di aprire degli spiragli nel pensiero unico cosiddetto mainstream. Il problema non … Continua a leggere

Una solidarietà dovuta…

«Qualunque impressione faccia su di noi, egli è un servo della legge, quindi appartiene alla legge e sfugge al giudizio umano» Franz Kafka Checchè se ne dica per ragioni anche anagrafiche e per l’invitabile flusso di un tempo che tutto cancella e rimuove, sono ormai pochi i giornalisti, gli studiosi, i ricercatori e gli storici che si occupano di analizzare … Continua a leggere

Aleppo, Ankara, Berlino: Il Nuovo Disordine Mondiale

Bisognerà analizzare le conseguenze e mettere in guardia dai pericoli, ma nessuno può essere sorpreso da ciò che è successo. Era una questione di tempo. Sia l’assassinio dell’ambasciatore russo ad Ankara che il bombardamento di Berlino si iscrivono in una logica imparabile, prodotto di un’accumulazione storica precedente, che ha avuto inizio cinque anni fa. Che la rivista Esprit ha chiamato … Continua a leggere

ALEPPO, TRUMP, PUTIN: SI APRONO RETTILARI E VERMINAI – PARTE 1

“La Cia possiede ogni giornalista di una certa importanza nei media importanti”. (William Colby, ex-direttore della CIA) “Fino a quando i leoni non avranno i propri storici, il racconto della caccia esalterà sempre il cacciatore”. (Proverbio africano) “Verrà il tempo in cui un politico che abbia scatenato una guerra e promosso conflitti internazionali sarà altrettanto sicuro di finire sul banco … Continua a leggere

La grande lezione di Ezra Pound agli usurai internazionali di ieri e di oggi

di: Luca Bistolfi «Libertà di parola senza libertà di parola alla radio vale zero». Versi profetici su cui non è si ancora meditato abbastanza e che, come tutte le profezie, se lette bene, hanno valore eterno. Quando Ezra Pound li impresse nei suoi Cantos era già un emarginato, un nemico pubblico e sapeva bene quel che diceva. In quei primi … Continua a leggere