Principessa Tisulsky: la donna di 800 milioni di anni fa

In Russia è stato trovato un sarcofago di marmo contenente una donna intatta, battezzata principessa Tisulsky, che è stata sepolta 800 milioni di anni fa. Incredibile, visto che in quel periodo sulla Terra non c’erano neanche i dinosauri, eppure gli scienziati confermano la datazione.

La scoperta non è recente, ma se ne parla in questi giorni dopo che sono trapelati i dati che gli scienziati russi hanno divulgato con i primi risultati ed i primi resoconti della vicenda. E’ successo a inizio settembre 1969, nel villaggio di Rzhavchik Tisulskago nella regione di Kemerovo. Durante i lavori di strippaggio in una miniera di carbone nel giacimento di carbone del nucleo di 20 metri che si trova ad una profondità di oltre 70 metri, a due metri, il minatore Karnaukhov ha scoperto uno scrigno di marmo di produzione meccanica di incredibile precisione. Presso l’area di comando, il comandante Alexander Alexandrovich Masalygina ha interrotto immediatamente tutto il lavoro. La bara è stata portata in superficie e si è cominciato ad aprirla, beccando sui bordi lo stucco fossilizzato del tempo. Non tanto per i colpi, ma per gli effetti del calore solare, lo stucco si è liquefatto in un liquido chiaro. Il coperchio del sarcofago è stato lavorato perfettamente. Per una connessione più stabile all’interno vi era un bordo frangiato a doppia faccia di 5 e 11 centimetri che costituiva lo spessore della parete. La scoperta della principessa Tisulsky, così è stata chiamata, è stato uno shock per il pubblico. Lo scrigno bara era riempito fino all’orlo di un liquido chiaro di colore rosa-blu cristallo. Dentro il sarcofago c’era una donna snella, di insolita bellezza, di una età apparente di 30 anni, con caratteristiche somatiche europee e grandi occhi azzurri spalancati. I suoi capelli erano folti, di colore marrone scuro con una sfumature rossastre, leggermente arricciati e cadenti sul petto. Ai suoi lati le morbide mani bianche con corte e ben tagliate unghie. Era vestita con un vestito di pizzo bianco trasparente lungo fino appena sotto il ginocchio, con maniche corte ricamate con fiori colorati. Non aveva biancheria intima. Non sembrava morta, ma dormiente. Sulla testa aveva una scatola nera, di forma rettangolare, arrotondata ad un’estremità, (qualcosa di simile a un telefono cellulare) di circa 25 x 10 cm.

La bara è stata aperta affinché tutti potessero vedere per circa 10-15 ore. A vedere il miracolo era accorso l’intero villaggio. Quasi immediatamente, i risultati sono stati riportati al centro del distretto e convalidati dalle autorità. Alle 14 è atterrato nel campo un elicottero rosso mattone con una dozzina di “amici” solidi in borghese, che hanno detto che il posto era contagioso e hanno invitato il pubblico a stare lontano dal sarcofago. Poi hanno sigillato il luogo della scoperta e hanno annotato i nomi di tutti coloro che avevano toccato la bara, o che anche erano stati vicino, apparentemente per una emergenza medica. Il sarcofago è stato trascinato verso l’elicottero, ma il carico era troppo pesante e si è deciso di renderlo più leggero rimuovendo il liquido all’interno. Dopo il pompaggio del liquido fuori dalla bara, il cadavere della principessa Tisulsky ha cominciato ad annerire. Si è subito provveduto a re-immettere il liquido ed una volta nel sarcofago si è notato che l’oscurità stava rapidamente scomparendo. Dopo un minuto il colore sulle guance si è ricomposto di nuovo e tutti i resti mortali della donna hanno ripreso l’aspetto realistico iniziale. La bara è stata chiusa e portata in elicottero insieme con i resti di stucco raccolti da terra in sacchetti di cellophane ed è stato ordinato ai testimoni di disperdersi. Dopo di che, l’elicottero è volato via in direzione di Novosibirsk.

Dopo 5 giorni è arrivato a Novosibirsk da Rzhavchik un anziano professore che ha reso noto i risultati preliminari effettuati in laboratorio. Il professore ha detto che questa scoperta cambierà molto la comprensione della storia. In futuro gli scienziati sovietici pubblicheranno i loro risultati ed il mondo scientifico entrerà in stato di shock. Secondo il professore, l’età della sepoltura ha almeno 800 milioni di anni! Ciò confuta la teoria darwiniana dell’origine dell’uomo dalle scimmie. La donna fu sepolta nel periodo Carbonifero dell’era Paleozoica, milioni di anni prima dei dinosauri, molto prima della formazione del carbone sul pianeta. Originariamente la donna dentro la bara era situata nel bel mezzo di una profonda e folta foresta. Nel corso del tempo, la foresta si è completamente radicata nel terreno, è crollata e senza ossigeno per centinaia di milioni di anni si è trasformata in un solido strato di carbone. Inizialmente era stata proposta una versione aliena, ma l’analisi genetica del corpo della principessa Tisulsky ha mostrato un 100% di uniformità con il moderno uomo russo. Oggi, si ha la stessa composizione di come lo furono i nostri antenati 800 milioni di anni fa! Il livello di civiltà a cui apparteneva la donna, è molto di più di tutto quello precedentemente noto, compresa la nostra, perché la natura del tessuto di cui è fatto il vestito della principessa non è suscettibile di analisi scientifica. Le attrezzature per la produzione di tale materiale non è stato inventato dall’uomo. E non si è riuscito a identificare la composizione del liquido rosa-blu, identificando solo alcuni dei suoi elementi costitutivi, formati da antiche varietà di cipolle e aglio. Sulla scatola di metallo il professore non ha detto nulla, tranne che è in fase di studio.

A parte il professore, e dopo un paio di giorni, sul giornale locale è apparsa una piccola nota che nel vicino villaggio di Rzhavchik è stato trovato un reperto archeologico che farà luce sulla storia. Rzhavchane suscitò tanto scalpore con tre sole righe sul giornale! L’indignazione si placò quando la zona di Tisulsky fu improvvisamente circondata dai militari, la polizia è andata di casa in casa, eliminando il numero “sedizioso” della popolazione, e il luogo dove era stata trovata la tomba fu accuratamente scavato e riempito di terra. Tuttavia, nonostante gli sforzi delle autorità la gente del villaggio ha combattuto per la verità. Uno dei personaggi si è dato da fare per questo caso, scrivendo anche una lettera al Comitato Centrale, ma morì un anno dopo di “insufficienza cardiaca”, secondo la versione ufficiale. Quando, nel corso dell’anno, uno dopo l’altro sono rimasti uccisi tutti e sei i testimoni sopravvissuti della scoperta della bara, in misteriosi incidenti stradali, la vicenda fu messa a tacere per sempre. Nel 1973, quando, secondo le autorità, “tutto era tornato tranquillo” sulle coste e le isole del lago Berchikul, a sei chilometri dal luogo di ritrovamento del sarcofago, per tutta l’estate ad autunno sono stati condotti in gran segreto scavi su larga scala. Il cantiere era circondato da soldati e poliziotti. Uno dei lavoratori ospiti che hanno partecipato allo scavo ed ha taciuto per lungo tempo, è andato nella zona commerciale, un po’ ubriaco e ha raccontato che sulle isole avevano scoperto un antico cimitero dell’età della pietra. Ma si è categoricamente rifiutato di condividere i dati raccolti, il villaggio però ha visto sia il sito di scavo sia poi qualcosa volata con un elicottero, deducendo che si stava prendendo qualcosa, e al termine del lavoro sulle isole e coste del Berchikulya sono centinaia le tombe sotterranee sepolte accuratamente scavate.

La storia della misteriosa donna in probabile stato di animazione sospesa immersa in uno sconosciuto liquido, oramai è diventata di dominio pubblico malgrado le autorità russe abbiano cercato di nascondere il tutto. Se la principessa Tisulsky esiste davvero ed i dati sono reali, la storia dell’umanità e della Terra sono completamente da riscrivere, come già altre misteriose scoperte e tracce “impossibili” avevano indicato in passato.


Fonte: telodiciamonoisevuoi.altervista.org
Per leggere altro torna in prima pagina

Print Friendly

Un pensiero su “Principessa Tisulsky: la donna di 800 milioni di anni fa

  1. @NAMASTE’
    gentili & attenti LETTORI,

    leggere questo “incredibile” POST credetemi mi ha fatto venire i brividi & la pelle d’ oca e sapete PERCHE’ !?, PERCHE’ ciò che è scritto “risuona” nelle mie corde più intime & profonde e la ripetuta domanda che mi sconvolge è anch’ IO là c’ ero !?;

    ormai la credibilità della cosidetta SCIENZA “ufficiale” alla luce di nuove “scoperte & rivelazioni” si stà riducendo ogni giorno di più,
    ad es: l’ età vera delle PIRAMIDI & della SFINGE, la MEMORIA dell’ ACQUA, le 8 DIMENSIONI energetiche parallele alla ns., la “scoperta” di 80 Pianeti simili alla TERRA etc. etc.;

    troppe ommissioni troppe divergenze troppe comunicazioni falsate
    e il TUTTO è “orchestrato” per sviare & confondere la ns. sete & fame di VERITA’-GIUSTIZIA-CONOSCENZA, ma la realtà stà cambiando molto velocemente e questo lo sanno anche “LORO” e pertanto fanno di TUTTO per rallentare il ns. RISVEGLIO !!!!

    BUONA
    VITA
    SDEI

I commenti sono chiusi.