Mamma guarda… un pollo!

Dopo tempo che non mi adopero più a inserire nel blog argomenti informatici, questa sembra sia l’occasione buona per riprendere tale discorso, visto il recente attacco informatico di Ransomware che ha coinvolto tutto il pianeta, criptando i dati dei malcapitati chiedendone poi il riscatto in bitcoin per riaverli. Questo sempre che vada loro di perdere altro tempo, dopo averlo ottenuto il riscatto, non sarebbe certo questa l’ultima volta che scappano dopo averlo estorto, comprovando così il fine di tale azione.

Ora, nella speranza che nessuno tra i lettori sia rimasto vittima in casa o sul posto di lavoro dell’attacco informatico, volto da pirati informatici più che da hacker, avendo questi ultimi una etica che con evidenza i pirati informatici non hanno e questo posso confermarlo visto che passo le mie giornate lavorative accanto a loro, non certo in una cantina ma in una multinazionale italiana dedita proprio alla sicurezza informatica, mi preme anche per orgoglio se permettete, prendere le parti di una categoria bistrattata e calunniata come poche.

Sicuramente avete sul tavolo un computer con installato Windows o Linux a seconda dell’esperienza informatica che avete, stessa osservazione vale per chi ha ben più di un computer possedendo una macchina Mac; ebbene signori è altrettanto bene che sappiate che se oggi tali macchine sono alla portata di tutti, tanto da essere inserite anche nel telefonino, lo dovete agli hacker Gates (Bill) e Jobs (Steve), i quali svilupparono e crearono i sistemi tutt’oggi in uso, grazie proprio alle loro specifiche attitudini che non erano limitate all’aprire una pagina Dos, inserendovi poi codici, ai loro tempi arcaici, con i quali costruire programmando semplici giochi. Chi ebbe la fortuna di essere tra i primi come fu per loro, lo sapevano altrettanto fare e la loro creatività che li spinse oltre, tanto da essere da tutti oggi adoperata come sistema operativo, tanto da poter definire quest’ultimo, come il risultato di 200/300 ragazzini ognuno con particolare abilità di costruire il browser o i browsers con i quali navigate, il foglio di calcolo nel quale appuntare le entrate e le uscite o il semplice foglio dove scrivere le vostre poesie o il tema da portare domani in classe, ogni azione viene così raccolta e si tramuta in “servizi” visibili a tutti, semplicemente aprendo un altro servizio che li racchiude tutti ne:  il visualizzatore della “gestione attività”.

Questo tanto per dirvi, che il temine Hacker è scandalosamente abusato da chi non sa niente di informatica e si riempie spesso la bocca e ancora più spesso, la carta dei giornali senza avere questi una minima idea di cosa stiano dicendo. Termino ora qui il discorso anche se poi se ne potrebbe scrivere pagine e pagine, ma non è tediarvi con qualcosa che masticate poco e che non rientra tra i vostri per così dire, interessi e proseguire con ben altre informazioni che potrebbero restarvi utili.

Arriviamo ora al sodo, andandovi a presentare dei software da adoperare per rendere un po’ più sicuro il vostro computer, senza però non evitare di dire a ognuno di voi, che come siete i fautori del vostro destino, sono le azioni con le quali vi adoperate come utente del computer, a determinare la sua sicurezza, mai il contrario! Qualsiasi infezione, furto di dati e eventuali “passeggeri” indesiderati a bordo dell’amato pc, molto spesso è lo stesso utente a farli entrare. Aprire mail da un indirizzo che non conoscete, aprendone poi l’allegato domandandosi chissà cosa contiene, non è una mossa intelligente! Visto che poi quel che se ne ricava, è che la curiosità batte 10 a 1 la sicurezza, visto che 9 persone su dieci si infettano per aver aperto mail di dubbia provenienza, di cui peraltro non conoscono il mittente ma essendo questo donna pensano subito che visto che ti ha inviato una foto, se vale la pena rimorchiarla o meno. Ora visto che con Katarina Bankisca non hai mai avuto modo di confrontarti e questa ti manda in allegato a suo dire una foto, con estensione .exe  .msi o zip, è per via di forza un tranello e il file eseguibile e per certo non è una foto, che avrebbe semmai come estensione .jpg  .gif .png ma si rivela poi un sagace e vecchio trucco, capace di farvi eseguire un file eseguibile a cuor leggero, fottendovi il computer.

Vediamo ora quali software adoperare per mettersi per quanto possibile al sicuro

  • Toolwiz Time Freeze 2017è un software gratuito per utenti privati dedito alla virtualizzazione, si avvia all’avvio di sistema proteggendolo con password che immetterete all’installazione, creando una sorta di freezer, il software impedisce qualsiasi cambiamento del computer stesso e visto che alla chiusura del sistema non salva nulla compresi documenti, immagini e altro, dovete salvare i vostri file su un disco esterno o non li ritroverete domani alla riapertura. In caso di aggiornamenti di sistema va messo in pausa o non verranno istallati. Lingua: solo in inglese.
  • Sandboxieè un software dedito anch’esso alla sicurezza del computer e se siete tra quelli che non possono fare a meno di provare programmi e aprire allegati di chi non conoscete l’indirizzo postale, potete aprire il browser nell’apposita sandboxie e con questo andando sul vostro indirizzo web di posta scaricando allegati, inoltre è possibile navigare in sicurezza e visitare siti dove è possibile scaricare il programma che vi serve, vi dà inoltre la possibilità di scaricare e aprire al suo interno i file, decidendo solo dopo averli provati se è il caso di scaricarli o meno, questo prima della chiusura del programma dandovene avviso. Dopo 30 giorni si aprirà una finestra con un contdown di 15 secondi, nella quale immette la pubblicità per comprarlo se lo desiderate. Nella versione gratuita ha qualche restrizione che potrebbe anche non interessare l’utente comune, continuando comunque a svolgere egregiamente il suo ruolo. Lingua: multilingua, quindi anche in italiano.
  • Kaspersky Anti-Ramsomware business tool – è un software anti-criptaggio del computer, nonostante sia implementato dalla parola business, è possibile usarlo gratuitamente anche come utente privato, non entra in conflitto con l’antivirus. Lingua: solo in inglese.
  • Malwarebytes Anti-Ramsomware – è anch’esso un software anti-criptaggio del computer e benché ancora in versione beta, ovvero in valutazione dalla Software House è affidabile come d’altronde tutti i prodotti Malwarebytes. Lingua: solo in inglese.
  • RamsomFree – include tra i vari ramsonware anche il Rampsom WannaCry che tanti danni ha fatto in questi ultimi giorni. Lingua: solo in inglese.

Nota: gli Anti-Rampsom segnalati non interferiscono tra di loro né con il tuo Antivirus, quindi volendo e se possiedi una buona macchina con processore i7 – 3400 Mhz e minimo 8 Gb di memoria, puoi installare i software segnalati senza vedere ridotte le risorse di sistema, in caso contrario te lo sconsiglio, uno è più che sufficiente, ovviamente se non fai il kamikaze quando navighi e questo io non posso saperlo. Per avviare il download dei programmi ti basta cliccare sul relativo Link attivo.

Domenico Proietti


Per leggere altro torna in prima pagina

Print Friendly, PDF & Email

2 pensieri su “Mamma guarda… un pollo!

  1. E pensare che Io, nella mia ignoranza volontaria, mi ero già perso al primo punto in cui si evidenziavano i safe sw…
    Da buon ex preistorico provetto studente informatico (noi si programmava in Dos prima e in Cobol poi… e si sperimentava il metodo Warner – testata/corpo/coda – nella elaborazione simulata in flow-chart) la mia sicurezza internauta si è andata, da quel dì, a far benedire.
    Certo ho installato sulla mia pseudo.macchina una certa dose di antivirus e malware prof. ma non certamente all’altezza dei necessari requisiti di “base” per chi è avvezzo ad una certa, necessaria e circostanziata capacità di analisi.
    Sono conscio di essermi consapevolmente ed esclusivamente affidato al buon Dio… affinché (come dissero innumerevoli saggi) me la mandasse Buona!
    E’ sulla Buona Novella che incontrovertibilmente conto da ingenuo pensatore nella misera Civiltà Moderna.

    P.S.
    Vi seguo con interesse anche se con estrema intermittenza ma Vi apprezzo ad ogni modo… anche per la capacità di rievocare un mia personale ricerca della “conoscenza”

    Salutoni

    Elmoamf

I commenti sono chiusi.