La cripto moneta – bitcoin

bitcoin

La Cina rivela la realtà sulle cripto monete e le Banche Centrali

27 febbraio 2017
dal Sito Web ElRobotPescador
traduzione di Nicoletta Marino
Versione originale in spagnolo

Come già da tempo dicevamo, lo sviluppo della tecnologia è la base per instaurare il Nuovo Ordine aldilà delle lotte geopolitiche che stiamo vivendo.

Lo avevamo detto in Due Esempi che palesano che Russia e Cina non sono “l’Alternativa”, tanto per dare un esempio.

Dobbiamo far notare che parallelamente, si sta sviluppando un falso discorso sui mezzi alternativi da dieci anni, la cui funzione principale è sviare l’attenzione e generare false speranze e false aspettative in modo che una gran quantità di persone che si qualificano “sveglie”, beva la bufala che c’è un cambiamento o una ribellione contro le élites.

E’ il modo per ottenere che questa massa di gente potenzialmente ribelle, credano di aver vinto la battaglia e accetti le basi del Nuovo Ordine.

Però non c’è niente di più lontano dalla realtà.

E’ tutto falso e molte delle manovre che sembrano andare contro le “élites cattive che controllano il mondo” erano già state previste e calcolate in precedenza da loro stesse che stano disegnando il Nuovo Ordine.

Così come esiste una gran quantità di media alternativi che ripetono le stesse litanie ingannevoli destinate a farci credere la grossa falsità che Trump è un “nemico delle élites”, che tutto il loro potere si basa sul controllo delle banche centrali e sull’emissione di denaro.

Questo era vero nel vecchio modello che stiamo sul punto di abbandonare.

L’emissione di denaro e la generazione del debito erano uno strumento cruciale per impossessarsi di quello che ha un valore reale:

Le materie prime e tutte le risorse naturali.

Questo sistema, però, non sarà applicabile in futuro che queste stesse élites stanno pianificando.

E lo sarà per lo sviluppo tecnologico che è come abbiamo detto molte volte, la chiave che cambia tutto e la forza che modella le strutture socio economiche future.

Lo sviluppo tecnologico, combinato con l’aumento della popolazione e la scarsità delle risorse, non consentono di mantenere in funzione le vecchie strutture del sistema.

Dovranno cambiare molte cose per adattarsi alla nuova situazione che sta pianificandosi da tempo.

Le banche centrali scompariranno o almeno il loro potere di diluirà lentamente.

E’ qualcosa che si sta pianificando da tempo e le basi sono state gettate.

Pertanto non credete alle menzogne dei media alternativi che parlano della caduta delle banche centrali è una “vittoria dei ribelli” o un “golpe contro le élites”.

Potete già indovinare da dove esce questo discorso e quale sia la sua reale funzione.

Tutti sappiamo che le cripto monete sono il futuro. E’ da ingenui, però, credere che sono una casualità che è apparsa all’improvviso come un fungo ed ha catturato i malvagi banchieri centrali impreparati.

Il Bitcoin (la cui creazione per anni è stata attorniata da una misteriosa nebbiolina) è stato un primo passo, un esperimento globale per studiare come instaurare le cripto monete.

Una volta studiato come sviluppare il tema. Come applicarlo e come risponde la gente a questo tipo di prodotto, le banche centrali saranno pronte ad adoperalo.

Sembrerà che non regoleranno nulla e che tutto funziona da solo senza che,

“malvagi banchieri controllino il tutto dall’ombra”.

Non sarà così però…

Ci saranno nuovi modelli di controllo economico e sociale, che renderanno obsolete le vecchie strutture. E Cina che è il banco di prova del Nuovo Ordine a tutti i livelli, ce lo dimostra chiaramente.

Questa è una notizia che troviamo su Bloomberg, tradotta da Sputnik

LA BANCA CENTRALE DELLA CINA CREERA’ IL SUO “BITCOIN”

Mentre la moneta digitale, Bitcoin, continua a battere nuovi record storici, le banche nazionali dei paesi di tutto il mondo si rendono conto che rappresenta una sfida.

Pechino, da parte sua, ha deciso di seguire la famosa massima:

se non puoi sconfiggerli, unisciti a loro.

Nel 2014, con un gruppo di ricercatori speciali, la Banca Popolare Cinese si è proposta di inserire lentamente la sua moneta digitale, il che trasformerebbe il paese che regola e la prima banca nazionale che la emette.

Attualmente, la banca sta studiando varie cripto monete già esistenti come il bitcoin e altre, il cui tratto principale è quello di avere un carattere decentrato cioè quasi impossibile da controllare da parte delle autorità preposte.

Pechino cerca di evitare di cedere questo mercato emergente alle imprese private mentre la popolazione usa con frequenza i pagamenti online in tutte le proprie transazioni.

Oggi la maggior parte dei Cinesi, per comprare una lattina di Coca Cola, preferiscono scannerizzare un codice QR con i loro cellulari piuttosto che inserire una moneta in una macchina.

L’Introduzione della moneta digitale per una banca nazionale, non sarebbe importante per coloro che già utilizzano i pagamenti on line.

Tutto ciò è molto importante per i venditori che invece di ricevere denaro contante direttamente dai clienti, potrebbero ottenere pagamenti digitali abbassando drasticamente i costi di transazione.

Duan Xinxing, vicepresidente di OKCoin, uno dei più grandi uffici di cambio di cripto monete della Cina, dice:

“La moneta digitale garantirebbe alla Banca Popolare Cinese la capacità di controllare rischi del sistema finanziario e monitorerebbe transazioni in larga scala di tutta l’economia”.

Per comprendere meglio il modello di mondo verso il quale ci incamminiamo, potremo utilizzare una metafora visiva.

Potremmo definire il mondo nel quale abbiamo vissuto fino ad ora, come un enorme complesso pieno di pareti, porte, corridoi e stanze.

Un luogo dove abbiamo libertà di muoverci dove vogliamo. Per entrare in una stanza, abbiamo sempre dovuto attraversare una porta, dove dovevamo chiedere permesso a una guardia e presentare il permesso.

Tutto era più o meno delimitato e controllato “dall’alto” da direttori che ci davano istruzioni con altoparlanti o ci torturavano con lunghi discorsi pieni di promesse.

Col passare del tempo, le rudi voci dei vecchi bacucchi contraddittori sono state sostituite da voci più vicine e simpatiche che ci facevano sentire meglio e ci parlavano con più rispetto…ma nella realtà non cambia niente.

Questo grande complesso delimitato da innumerevoli muri e stanze, era l’unica forma di tenere sotto controllo “il gregge umano” perché non esisteva nessun’altra maniera per ottenerlo viste le carenze di tecnologie di controllo efficienti.

In quel posto trovavamo:

  • Diverse stanze dove si fabbricavano diversi prodotti
  • Caldaie dove si generava energia
  • Cappelle dove chiedere aiuto a un modello qualsiasi di dio che ci alleviasse dalla disperazione
  • Sale di cinema in cui godere delle avventure di guardie coraggiose che ci controllavano e menavano colpi quando ci eccitavamo un po’

Lo sviluppo tecnologico però, sta rendendo obsoleto questo vecchio complesso di muri alti e di guardie armate. Per controllarci non servirà niente di tutto questo.

Il mondo verso il quale ci incamminiamo sarà come un campo di concentrazione gigantesco e trasparente, senza limiti apparenti.

Il gregge umano sarà confinato in uno spazio aperto senza pareti né restrizioni visibili circondato da una specie di campo di forza. E dentro i limiti di questo campo di concentrazione, potremo auto organizzarci come ci piace.

O questo è quello che ci faranno credere…

Avremo le nostre cripto monete che sembrerà che funzioni da sole e le nostre stampanti 3D per stampare i prodotti che noi stessi disegniamo.

Avremo anche il nostro assegno di mantenimento per sopravvivere e comprare e vendere tra di noi, il che sarà una manna dal cielo. I poliziotti e le guardie saranno sostituiti da algoritmi e videocamere nascoste che ci daranno la sensazione di falsa libertà.

Saremo più vigilati e controllati di prima, ma senza incrociare lo sguardo di un rude e intimidatorio poliziotto in uniforme come quelli di un tempo.

Quando non ci comporteremo bene non verranno 3 enormi poliziotti a picchiarci perché ci “fulminerà un raggio”.

Le idee con le quali ci organizzeremo in questo campo ci sembreranno libere e nostre.

Non saprei mai però se sono realmente spontanee o se questo giovinetto che indossa una maglietta e jeans che ha avuto la brillante idea sia stato inviato da fuori per inocularla al gruppo e controllare i nostri modelli di organizzazione.

Come dicevamo, dentro i limiti del “campo di confinamento” ci potremo auto organizzare come ci pare e piace.

Non perché siamo più liberi, ma perché si instaurerà un nuovo modello di controllo sociale auto-gestito e auto-confinato, possibile solo grazie alla tecnologia.

Ci permetteranno di auto organizzarci perché in realtà tutti i mezzi di cui avremo bisogno per sopravvivere verranno “dall’esterno” del campo,

Le materie prime, l’energia, il cibo, anche le idee, verranno dall’esterno dello spazio confinato Perfino la marijuana che fumiamo per dimenticare le nostre miserie.

Per darvi un altro esempio:

fino ad ora ci dicevano cosa avremmo mangiato ogni giorno.

Ci dicevano:

“oggi si deve mangiare purè di patate”.

Con questo nuovo modello ci lasceranno cucinare liberamente.

Ci diranno:

“Cucinate quello che volete. Ma la carne, le verdure e il gas per cucinare li porto io”.

Implicitamente sarebbe:

“e se ti comporti male, rimarrai senza carne, verdure e gas”.

La questione è che ci lasceranno credere non solo che siamo liberi, ma che siamo anche gli chef.

La nostra autogestione creerà proprio il generare l’illusione di libertà.

Prima volevamo abbattere muri per scappare, e avevamo quell’impulso perché i muri erano presenti, a chiudere il paesaggio e proiettava la sua ombra scura; ma se non ci sono muri si genera l’illusione che siamo liberi e nessuno pensa di scappare.

Se genera un sistema auto-confinato o auto-controllato.

Noi stessi saremo le nostre pareti e muri.

La cruda realtà, è che ci controlleranno completamente. E lo faranno perché saremmo dipendenti al 100% dalle materie prime e dai dispositivi tecnologici che somministreranno dalle corporazioni controllate dalle alte sfere.

Prima vivevamo in un mondo fatto da martelli, chiodi e tavole di legno. Per poter vivere più o meno tutti potevamo costruirci una capanna e un aratro per coltivare la terra.

Adesso stiamo in un mondo di microchip e computer ad alta frequenza e per poter vivere abbiamo bisogno di uno smart phone e un computer.

Potete costruirvi un microchip nel garage di casa vostra?

Game Over…

Fonti


Fonte: bibliotecapleyades.net
Per leggere altro torna in prima pagina

Print Friendly, PDF & Email