Vault 7: il cyberarsenale della CIA

Alessandro Lattanzio, 9 marzo 2017 Wikileaks ha pubblicato 8761 documenti riservati della CIA, nell’ambito di ‘Cassaforte 7’, provenienti dal Center For Cyber Intelligence della CIA di Langley. I documenti provengono dall’informatore interno alla CIA ‘Year Zero’, che ha rivelato il “programma di haceraggio globale segreto” della CIA, tra cui “exploit”, utilizzato contro prodotti come “iPhone di Apple, Android di Google … Continua a leggere

THE ROBOT TAX

pubblicato in data 16 Mar 2017 Ci hanno talmente imbonito di propaganda perbenista in attesa delle elezioni presidenziali francesi che ormai la nostra attenzione è solo focalizzata sul pericolo, secondo il pensiero main stream, della avanzata e consenso del Fronte National, del suo programma e soprattutto del carisma del suo candidato all’Eliseo, Marine Lepen, descrivendo quest’ultima come l’essenza del male. … Continua a leggere

Decodex: la Censura ai tempi del Web

In Francia è arrivato il “Decodex”: uno strumento che pretende di distinguere il bene dal male e la verità dalla menzogna, avrebbe potuto inventarlo Orwell e per il Ministero della Verità del Grande Fratello sarebbe stata una manna dal cielo! Invece è Le Monde che offre questo “servizio” al cittadino-lettore ipoteticamente “perso” nella giungla di informazioni del web (sic). Grazie a quest’arma informatica chiamata Decodex, può identificare … Continua a leggere

Arpie & Vulnerabilità

L’ascesa delle Arpie della Guerra – le donne che hanno distrutto  – e ancora distruggono il nostro mondo da Enea Georg 28 dic 2016 Sito Sott Versione originale in inglese Il problema più grande che colpisce l’élite psicopatica nella sua unità per il dominio globale è che gli esseri umani normali non vogliono la guerra. La maggior parte delle persone, … Continua a leggere

Facebook vi protegge dalle notizie dannose. E Mentana, da Grillo.

Maurizio Blondet Abbiamo  individuato che questo link: “maurizioblondet.it/accelera la dittatura delle tecnocrazie inette” potrebbe essere dannoso. Per proteggere il tuo account e dispositivo, segui  solo link affidabili”.Decine di lettori mi hanno avvisato che,  nel cercare di condividere il mio articolo, hanno ricevuto da Facebook questo messaggio. Che dire? Mi pare impagabile l’umorismo involontario: apprendere che le  tecnocrazie  non-votate sono inette … Continua a leggere

UN MINUTO A MEZZANOTTE: COLPO DI STATO IN USA, GUERRA ALLA RUSSIA, ARMAGEDDON? Aleppo, Trump, Putin: rettilari e verminai. Parte 2.

(Segue da Cap.1. Dove si era parlato di rettilari atlantici e verminai italioti scatenati su di noi per accecarci, assordarci e ammutolirci,  davanti all’inaudito spettacolo della sconfitta con sputtanamento a 360 gradi subita in Siria, e non solo, da coloro che dei rettilari e verminai sono i domatori e gestori) ULTIM’ORA  Andrey Karlov, ambasciatore russo in Turchia è stato ucciso … Continua a leggere

“E’ stato Putin”: non è più propaganda, è psichiatria oligarchica

In Germania è  stato arrestato il profugo afgano di 17 anni (dice lui) che ad ottobre, a Friburgo,  ha stuprato e ucciso la studentessa di 19 anni Maria Landerburger, figlia (tra l’altro) di un altissimo funzionario UE, l’assistente capo dell’ufficio giuridico della Commissione. Lo scorso mese gli agenti  tedeschi hanno arrestato sette profughi afghani  che, in un campo profughi, hanno … Continua a leggere

Sorvegliati via smartphone: Singapore, governa Big Data

«Il nostro smartphone ci rende trasparenti e molto vulnerabili: certamente sarebbe meno pericoloso girare completamente nudi in un parco», anche perché il microfono «funziona anche quando la nostra conversazione è terminata (penso a Siri per l’iPhone)». Sicché, «ogni nostra parola, i suoni intorno a noi, i nostri movimenti, sono registrati». Un sistema di controllo perfetto. Perché allora non farne anche … Continua a leggere

Biometria facciale, già foto-schedato un americano su due

Oggi, Facebook vanta oltre un miliardo e mezzo di utenti. Le loro facce sono pubbliche. Una colossale auto-schedatura planetaria. Non è uno scherzo: c’è chi sta lavorando per “classificare” ogni inviduo, magari utilizzando telecamere di sorveglianza nelle strade. Oggi, un americano adulto su due – cioè 117 milioni di persone – ha già avuto le sue foto sottoposte a questo … Continua a leggere

TRUMP è una incognita ma HILLARY è una sicura tragedia

Il 29 02 di quest’anno pubblicai a beneficio dei lettori de “Il Moralista” un articolo che decriptava i diversi segnali che mi inducevano a pensare che Trump avrebbe infine vinto la competizione elettorale con Hillary Clinton anche a causa di un sicuro futuro aggravamento del quadro indiziario ai danni dell’ex first lady (clicca per leggere). Guarda caso è proprio di … Continua a leggere