Venezuela: I peggiori titoli dei Falsi Media del 30 luglio 2017

Ecco una selezione dei peggiori titoli della stampa internazionale di oggi sul Venezuela. The Economist, Londra: “Il Venezuela nel caos – Quello che il mondo dovrebbe fare”   La Razón, Messico: “Afferma che è l’inizio ufficiale di una dittatura di Maduro, simile a quella di Cuba” (CNTE è il più grande sindacato insegnanti messicani)   El Nuevo Herald, Miami: “Le sanzioni … Continua a leggere

Venezuela: Le foto che i grandi Media del “Mondo Libero” non vi hanno mostrato

30 luglio 2017. Riviste dell’America Latina, Europa e Stati Uniti manipolano l’immagine di una bomba nel centro di Caracas nel corso di un ennesimo attentato della destra contro le forze dell’ordine per illustrare … “la repressione di Maduro durante l’elezione dell’Assemblea Costituente”! L’Economist, La Libre Belgique, Libération, il New York Times, El Pais,  hanno la responsabilità di aver trasformato in “combattenti per la libertà” … Continua a leggere

Venezuela – Assemblea Nazionale Costituente: Cosa si vota il 30 luglio?

“Il popolo del Venezuela è il depositario del potere costituente originale, nell’esercizio di tale potere può convocare un’Assemblea Nazionale Costituente, al fine di trasformare lo stato, creare un nuovo ordinamento giuridico e redigere una nuova costituzione”. Art. 347, Costituzione della Repubblica Bolivariana del Venezuela. Domenica prossima, in ognuno degli stati del paese caraibico, si terranno le elezioni per la formazione dell’Assemblea … Continua a leggere

Venezuela Cuore dell’America: Appello internazionale per l’Assemblea Costituente

Compagni di organizzazioni popolari del continente e del mondo: In questo momento in Venezuela si gioca gran parte del destino dell’America Latina e dei Caraibi. Per questo motivo tutta l’artiglieria dei settori conservatori – in particolare i media – è volto a legittimare il sostegno delle azioni terroristiche e a rendere invisibile il popolo chavista. Le dichiarazioni di Trump e del senatore americano … Continua a leggere

Referendum in Venezuela: la matematica è un’opinione?

Avviso importante per i lettori. Nell’articolo pubblicato su Blasting News, è stato inserito un link ad un’articolo che parla (senza nessuna fonte!) di “chavisti armati che seminano il terrore in Venezuela”. Tengo molto a precisare che non ho inserito io quel link e che ieri (19 lug) ho chiesto ben due volte che fosse rimosso, oppure che fosse cancellato il mio articolo dal sito, fino … Continua a leggere

Nella culla della Democraziai servi di sinistra della NATO

La sinistra greca del governo di SYRIZA è il più grande sostenitore delle guerre imperialiste della NATO  Il potenziamento geo-strategico della #Grecia perseguito dai precedenti governi di Nuova Democrazia e PASOK continua con il governo SIRYZA-AN.EL. (Greci Indipendenti, partito politico greco di destra) che si è dimostrato il migliore alunno della #Nato. Sin dalla sua nascita nel gennaio 2015, l’alleanza governativa tra il … Continua a leggere

Venezuela, Oscar Perez: da attore mancato a terrorista di successo della CIA

In Venezuela riappare il pilota che ha bombardato la Corte Suprema di Giustizia e il Ministero degli Interni. Il latitante responsabile dell’attacco terroristico alla Corte Suprema del #Venezuela e al Ministero degli Interni, è apparso in Altamira, l’epicentro delle proteste dell’opposizione a Caracas. Si tratta di Oscar Perez, il pilota che lo scorso 27 giugno ha perpetrato gli attacchi contro … Continua a leggere

La rivoluzione tunisina alla luce di Gramsci

Intervenendo al seminario “Il ritorno di Gramsci” organizzato dalla FSJEG (Facoltà di Giurisprudenza, Economia e Management) di Yenduba e la Fondazione Rosa Luxemburg per commemorare il 80° anniversario della scomparsa del pensatore italiano; seminario svoltosi a Tunisi il 29 marzo 2017. Ho mantenuto il tono della presentazione orale. Ho scoperto Gramsci nel 1979 a Roma. A Parigi, dove vivevo prima, avevo letto alcuni … Continua a leggere

Guerra psicologica in Venezuela

Il Venezuela è in guerra. Lo è da molto tempo, ma in questi ultimi mesi tutto indica che questa guerra è entrata in una nuova fase. Coloro che la provocano sembra che abbiano scommesso che questo sia il momento finale di questo scontro. Cioè: una guerra che deve avere uno sbocco; e come in ogni guerra, uno dei due lati … Continua a leggere

Welcome to Macronia: come fare una maggioranza con il 20% degli elettori, un terzo della popolazione di un paese

La Francia ha 67 milioni di abitanti. 47 milioni sono registrati nelle liste elettorali. 57,4% di loro si sono astenuti o hanno votato scheda bianca nel secondo turno delle elezioni legislative del 18 giugno. Il parlamento eletto rappresenta 20 milioni di cittadini, vale a dire meno di un terzo della popolazione totale. Ma quei cittadini che esso dovrebbe rappresentare lo sono in un … Continua a leggere